Nazione

Stati Uniti

39 41 33

Cina

38 32 18

Giappone

27 14 17
Nazione

Regno Unito

22 21 22

ROC

20 28 23

Australia

17 7 22
Nazione

Paesi Bassi

10 12 14

Francia

10 12 11

Germania

10 11 16
Nazione

Italia

10 10 20

Canada

7 6 11

Brasile

7 6 8
Nazione

Nuova Zelanda

7 6 7

Cuba

7 3 5

Ungheria

6 7 7

Tokyo 2020: Bruni 14ma nella 10 km di fondo, record anche nei 400 hs donne

Sfuma il sogno olimpico di Rachele. Primato del mondo per l'americana McLaughlin

Redazione ANSA TOKYO

Sfuma il sogno olimpico di Rachele Bruni nella 10 chilometri in acque libere di Tokyo 2020. Nella notte italiana, l'azzurra è arrivata soltanto quattordicesima nella gara che ha visto assoluta protagonista la brasiliana Ana Marcela Cunha, seguita dall'olandese van Sharon Rouwendaal e dall'australiana Kareena Lee. Nella acque dell'Odaiba Marine Park, la fondista azzurra è uscita delusa e in lacrime: "Ho sofferto subito, ho cercato di restare nel primo gruppo, ma quando hanno fatto lo strappo finale non ce l'ho fatta. Non era atteso questo risultato, provo rabbia, mi dispiace veramente tanto. Ero tranquilla - ha spiegato Bruni ai microfoni della Rai - ma ho accusato la gara veloce fin da subito, ho cercato di stare nel gruppo in fondo per non consumare energie ma ne ho consumate tante, troppe". La campionessa olimpica Cunha, ha invece festeggiato il successo ai Giochi facendo 'outing' anche se nel suo sport era cosa già nota: "Questa medaglia d'oro è per il mio paese, e per la mia fidanzata". Immediata la risposta, via social, della 'namorada' Maria Clara Fontoura, detta Kaka, esperta di marketing sportivo: "Amore! Sei la campionessa!". 

Restando in acqua, nella canoa sprint Manfredi Rizza ha ottenuto la qualificazione alle semifinali del K1 200 metri. L'azzurro ha vinto la sua batteria con il tempo di 34''867. Allo stadio Olimpico di Tokyo, altra gara spettacolare nei 400 metri ostacoli femminili. Dopo il record del mondo stabilito ieri dal norvegese Warholm, oggi è stata la volta dell'americana Sydney McLaughlin, che con l'oro ha centrato anche il nuovo record del mondo in 51''46, migliorando il 51''90 che lei stessa aveva fatto registrare lo scorso 26 giugno. L'azzurro Paolo Dal Molin ha fallito invece l'accesso alla qualificazione dei 110 ostacoli, chiudendo una delle tre semifinali al quarto posto con il tempo di 13''40, che non gli ha garantito il ripescaggio, riservato ai due migliori tempi: "Mi aspettavo di fare molto molto meglio. La delusione è grande", ha ammesso Dal Molin.

Nella pallavolo, dopo sei anni e una medaglia d'argento a Rio 2016, dice il suo addio all'azzurro Osmany Juantorena, dopo l'eliminazione dell'Italvolley ieri con l'Argentina: "Mi dispiace tanto, non ce l'ho fatta. Fa malissimo finire questa bellissima avventura così con una sconfitta. Ci ho messo sempre il cuore ogni volta che indossavo questa maglia. È stato un onore vestire questi colori, ma è arrivato il momento di dire addio alla maglia azzurra". Intanto nel femminile, la Corea del Sud è la prima semifinalista dopo aver battuto al tie break la Turchia: affronterà la vincente tra Brasile e Russia, che giocheranno alle ore 21.30 giapponesi (le 14.30 italiane).

Dall'altra parte del tabellone, Italia-Serbia (alle ore 10 italiane) e Usa-Repubblica Dominicana (alle ore 6 italiane). Nell'equitazione, fine dell'avventura olimpica per Jessica Springsteen, figlia del Boss, che non è riuscita a qualificarsi per la finale del salto individuale.

La giapponese Kokona Hiraki (12 giorni e 343 giorni) e la britannica Sky Brown (13 anni e 28 giorni) devono rinunciare al sogno di diventare, una delle due, la medaglia d'oro più giovane nella storia delle Olimpiadi. Nella gara di Park donne dello skateboard di Tokyo 2020 la vittoria è infatti andata all'altra giapponese Sakura Yosozumi, che di anni ne ha 19. La Hiraki ha preso l'argento e la Brown il bronzo. A quest'ultima rimane il record di essere diventata il più giovane atleta in assoluto ad aver rappresentato la Gran Bretagna in una gara dei Giochi. Un primato che non avrebbe potuto far suo se l'Olimpiade di Tokyo si fosse regolarmente svolta l'anno scorso, visto che in allenamento, a maggio del 2020, le occorse un terribile incidente in cui si fratturò diverse ossa e il cranio. Il casco le salvò la vita.

Nel programma della canoa sprint delle Olimpiadi di Tokyo 2020, con il terzo posto nei ripescaggi, la coppia italiana del K2 1000 metri, formata da Samuele Burgo e Luca Beccaro, è riuscita a centrare la qualificazione alle semifinali. Eliminata invece Francesca Genzo, che oggi era impegnata nel K1 500 metri donne: ieri l'azzurra aveva partecipato alla finale del K1 200 metri, chiudendo al settimo posto.

Per la prima volta da quando il beach volley fa parte del programma delle Olimpiadi, il Brasile non prenderà medaglie in questa disciplina. Oggi infatti, nei quarti di finale del torneo maschile, la coppia composta da Alisson e Alvaro Filho, ultima rimasta in gara della Seleçao di questo sport, è stata battuta dai lettoni Martin Plavins e Edgar Tocs. In precedenza Bruno Schmidt ed Evandro erano andati fuori negli ottavi così come, fra le donne, Agatha e Duda, mentre Ana Patricia e Rebecca non avevano superato i quarti. Nella storia delle Olimpiadi il Brasile è la nazione che finora ha vinto più medaglie, 13, nel beach volley. Ma questa volta rimarrà a secco.

La Spagna è la prima semifinalista del torneo di pallanuoto maschile delle Olimpiadi di Tokyo 2020: nel primo quarto di finale gli iberici hanno sconfitto gli Stati Uniti per 12 a 8. Nella semifinale la Spagna sfiderà la vincente di Italia-Serbia, in programma alle ore 18.20 giapponesi (11.20 italiane). Dall'altra parte del tabellone, Grecia-Montenegro (alle ore 8.30 italiane) e Croazia-Ungheria (12.50).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie