Nazione

Cina

15 7 9

Giappone

15 4 6

Stati Uniti

14 14 10
Nazione

ROC

8 11 9

Australia

8 2 10

Regno Unito

5 7 6
Nazione

Rep. di Corea

4 3 5

Francia

3 5 3

Germania

3 3 7
Nazione

Italia

2 7 10

Paesi Bassi

2 7 4

Canada

2 3 5
Nazione

Ungheria

2 1 2

Slovenia

2 1 1

Croazia

2 0 1

TAS conferma stop 5 anni, McNeal non va a Tokyo

Statunitense oro nei 100h a Rio ha ostacolato norme antidoping

Redazione ANSA ROMA

 L'americana Brianna McNeal, campionessa olimpica dei 100m ostacoli nel 2016 a Rio, non potrà difendere il titolo a Tokyo, dopo che il Tribunale di Arbitrato dello Sport (Tas), con sede a Losanna, le ha confermato la squalifica di cinque anni, respingendo l'appello presentato dall'atleta. "La decisione impugnata è confermata, con un elemento in più: tutti i risultati di gara ottenuti dalla McNeal tra il 13 febbraio 2020 e il 14 agosto 2020 devono essere cancellati, con conseguente restituzione di eventuali medaglie, titoli, punti, premi in denaro", sottolinea il comunicato del TAS. Le motivazioni verranno pubblicate in seguito.
    McNeal era stata sospesa per cinque anni per "aver ostacolato il processo di gestione dei risultati, in violazione delle norme antidoping della Federazione internazionale di atletica leggera". Avendo presentato ricorso l'atleta aveva potuto competere negli eventi di qualificazione olimpica il 21 giugno a Eugene, in Oregon, dove era arrivata seconda dietro Keni Harrison nella finale dei 100 ostacoli, assicurandosi il biglietto per il Giappone. Medaglia d'oro mondiale nel 2013 a Mosca, McNeal era già stata sospesa per un anno tra il 2017 e il 2018 per tre violazioni degli obblighi di localizzazione antidoping e aveva quindi perso i Mondiali di Londra nel 2017.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie