Percorso:ANSA > Nuova Europa > Dossier e Analisi > Rep. Ceca vota per le presidenziali, Babis tra favoriti

Rep. Ceca vota per le presidenziali, Babis tra favoriti

Oggi e domani cechi alle urne per il dopo-Zeman

13 gennaio, 13:43
(ANSA) - PRAGA, 13 GEN - Oggi e sabato i cechi sono chiamati alle urne per decidere chi per i prossimi cinque anni succederà al presidente Milos Zeman. Degli otto candidati in lizza tre sono i favoriti: l'ex premier Andrej Babis, leader del movimento populista Ano (Azione del cittadino scontento), il generale in pensione Petr Pavel, ex capo dello Stato Maggiore e Danuce Nerudova, l'economista accademica e unica donna candidata. Babis polarizza la società dopo che in settimana il tribunale lo ha assolto dalle accuse di frode sui sussidi. L'assoluzione lo ha premiato nei sondaggi ma gli elettori sono divisi tra chi lo appoggia e quelli pronti a votare chiunque purché non sia eletto. Quasi un quarto degli elettori è ancora indeciso alla vigilia dell'apertura dei seggi: secondo i sondaggi, Babis sarebbe sconfitto al secondo turno, sia che affronti Pavel o Nerudova. Le candidature di Babis e Pavel sono contrassegnate dal loro passato comunista. Babis, di origine slovacca, è stato identificato dal tribunale slovacco come ex agente della polizia comunista StB. Pavel si era iscritto al Partito Comunista nel 1985, per intraprendere una carriera militare che, a suo dire, altrimenti sarebbe stata impossibile. Nerudova è la candidata più giovane, senza legami con l'ex regime. Ma anche la sua candidatura fa discutere: ai tempi in cui era rettore dell'Università Mendel a Brno (in Moravia), gli studenti stranieri ottenevano spesso lauree lampo a pagamento. E, ancora, su di lei pesa il rischio del conflitto di interessi nella nomina dei giudici della Corte costituzionale considerando che suo marito è un noto avvocato. Le urne, per il primo turno, saranno aperte oggi dalle 14 alle 22 e sabato dalle 8 alle 14. I primi risultati potrebbero essere noti sabato sera. Il secondo turno è in calendario a fine gennaio per un mandato che inizierà a fine marzo. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati