Percorso:ANSA > Nuova Europa > Cultura e Società > Cerimonia a Trieste apre Eyof, al via il Festival Gioventù

Cerimonia a Trieste apre Eyof, al via il Festival Gioventù

In Fvg 1.300 atleti da 47 Paesi in gara fino al 28 gennaio

21 gennaio, 20:29
(ANSA) - TRIESTE, 21 GEN - Prende il via questa sera con la cerimonia di apertura in piazza Unità d'Italia a Trieste, la 16/a edizione invernale del Festival olimpico della gioventù europea - Eyof 2023, in programma fino al 28 gennaio. Undici le sedi di gara in Friuli Venezia Giulia (incluse l'austriaca Spittal e la slovena Planica), 14 gli eventi sportivi e 109 le competizioni a cui parteciperanno 1.300 giovani atleti, tra i 14 e i 18 anni, provenienti da 47 Paesi.

Un gioco di luci ha accolto stasera gli ospiti alla cerimonia, con un richiamo al ciclo dell'acqua, dalle nuvole alla pioggia, dal mare alla neve, e allo stesso tempo al ciclo della vita sportiva di un atleta, dalle prime competizioni fino all'approdo alle gare olimpiche. Presenti, in una piazza sferzata dalla bora, tra gli altri, il ministro per lo sport, Andrea Abodi, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, il presidente della Regione Fvg, Massimiliano Fedriga.

La torcia, partita il 4 dicembre da Roma, ha acceso il braciere allestito in piazza. Ultimo tedoforo, l'olimpionico Jonathan Milan. La dichiarazione ufficiale di apertura dei giochi è stata pronunciata da Abodi: Eyof 2023, ha osservato il ministro a margine della cerimonia, è "un avvicinamento" alle Olimpiadi e paralimpiadi di Milano-Cortina 2026. "E' una staffetta". "E' importante che l'Italia concentri in questi anni eventi internazionali così di significato": non ci si incontra solo "per vincere una medaglia ma anche per ribadire il valore dello sport e l'investimento che facciamo per le giovani generazioni".

Alla competizione non saranno presenti gli atleti russi. "Ci dispiace non avere atleti russi e bielorussi" nella competizione, ha spiegato nel pomeriggio il presidente del Comitato olimpico europeo Spyros Capralos, "è stata una decisione del Cio. In futuro si valuterà all'interno del Cio la partecipazione di atleti al di là del loro passaporto e nazione, ma solo sulla base delle prestazioni". Gli atleti ucraini sono ospiti della Regione Fvg. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati