Percorso:Motori > Prove e Novità > Montecarlo Rascasse, Ballabio ci riprova con Gpl e idrogeno

Montecarlo Rascasse, Ballabio ci riprova con Gpl e idrogeno

Ecosupercar con V12 Rolls-Royce modificato dalla BRC di Cherasco

23 maggio, 17:22
Montecarlo Rascasse, Ballabio ci riprova con Gpl e idrogeno Montecarlo Rascasse, Ballabio ci riprova con Gpl e idrogeno

ROMA - Mentre le monoposto di Formula 1 sono ormai 'padrone' del circuito di Monte Carlo e di tutte le sue impegnative curve, compresa la celebre Rascasse, in vista del Gran Premio che si correra' domenica 26, un 'pezzo' del Principato di Monaco si e' spostato in Emilia per portare a Bologna - in occasione di Autopromotec 2013 - non solo la bandiera del piccolo Stato ma lo stesso nome Rascasse. Nello stand di Confartigianato Motori al padiglione 25, ha infatti debuttato oggi la versione definitiva della Montecarlo Automobile Rascasse V12, una supercar ecologica che il titolare della MCA ed ex pilota Fulvio Maria Ballabio, ha sviluppato assieme alla italiana BRC di Cherasco, in provincia di Cuneo. Questa spider ad alte prestazioni si distingue per il tipo di alimentazione scelta per il V12 Rolls-Royce, di origine Bmw, collocato in posizione centrale posteriore. Grazie all'esperienza della BRC nel settore dei combustibili alternativi, la Rascasse e' infatti dotata di un impianto che permette di alimentare il propulsore con Gpl arricchito di idrogeno. Questa forte 'presenza' dei fornitori italiani e delle loro capacita' (anche artigianali) e' ribadita anche dai nomi degli altri collaboratori al progetto Rascasse: la Simbol Design di Enrico e Fabio Lavazza, con sede a Crevoladossola in provincia di Verbania per la costruzione della scocca e l'assemblaggio, la Falegnameria Filippini di Druogno, anch'essa in provincia di Verbania, per i particolari interni ispirati ai motoscafi Riva e la Carrozzeria Fabrizio Ali' di Domodossola per la verniciatura.

Al momento non si conoscono ne' il prezzo esatto (dovrebbe aggirarsi attorno a 300mila euro) ne' i programmi produttivi, che - a differenza della Centenarie che veniva costruita in una fabbrica-boutique del quartiere di Fontvielle a Monte Carlo - dovrebbero invece far capo all'Italia. La Rascasse raccoglie l'eredita' delle supercar Centenaire lanciata a partire dal 1983 da Ballabio e dalla sua MC Automobile, prima (e unica) Casa costruttrice con sede e fabbrica a Monte Carlo. Questa berlinetta stradale ad alte prestazioni con motore V12 Lamborghini - di cui stati realizzati solo 5 esemplari - venne cosi' denominata per festeggiare i 100 anni dalla nascita dell'Automobile Club Monaco. Fa parte della storia della MC Automobile anche la vettura da competizione Ala50 datata 2008, che era stata progettata con la collaborazione dei motoristi Christian Contzen (ex Renault Sport) e Daniel Trema, come omaggio per il 50mo compleanno del Principe Alberto di Monaco e per partecipare alla 24 Ore di Le Mans nel 2010. L'auto non si era pero' qualificata ne' era mai stata realizzata la prevista versione stradale da costruire su ordinazione. Piu' recentemente Ballabio aveva fatto realizzare dalla Bellasi una vettura sportiva quadrifuel con motore Alfa Romeo V6, destinata esclusivamente alle competizioni ed alimentabile con Gpl, metano, benzina e bioetanolo. Come evoluzione di questa auto e' nata successivamente la Montecarlo BRC con motore W12 di origine Bentley-Volkswagen, alimentato in questo caso con Gpl. Questa vettura - da cui deriva la Rascasse - ha ottenuto nel 2012 l'ottavo posto alla 4 Ore di Monza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA