Incidenti lavoro, sindacati, prevenzione sia priorità

Dopo morte operaio a Campomarino annunciati assemblea e sciopero

(ANSA) - CAMPOMARINO, 08 MAG - "La prevenzione e il rispetto delle norme devono essere la priorità. Basta morire di lavoro".
    Così Franco Spina, segretario regionale Abruzzo e Molise della Cgil, a proposito dell'incidente di ieri pomeriggio a Campomarino (Campobasso) in cui ha trovato la morte un operaio di Jesi, dipendente della "Eurobuilding Spa" che ha in subappalto i lavori di manutenzione stradale dell'A14 al km 478.
    "La pandemia ha evidenziato un calo di attenzione verso la prevenzione - dichiara Spina - In alcuni casi l'investimento in sicurezza viene visto, oggi più di ieri, solo come un costo che mal si concilia con il profitto, la concorrenza e la ripresa.
    Servono investimenti nella prevenzione e nella cultura della sicurezza, una formazione continua e processi di innovazione capaci di eliminare le fonti di rischio. Come Cgil abbiamo sempre ribadito che la sicurezza è un diritto fondamentale di chi lavora e pretendiamo si faccia il necessario per garantirne l'esigibilità. Bisogna investire in formazione e sul sistema dei controlli". Le segreterie di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil chiederanno un incontro urgente alla ditta Eurobuilding. Nel frattempo hanno annunciato un'assemblea con i lavoratori per proclamare uno sciopero di 4 ore.
    Dal 1° gennaio al 31 marzo 2021 in Italia sono morte sul lavoro due persone ogni giorno. Le denunce di infortunio sul lavoro con esito mortale presentate all'Inail nel primo trimestre 2021 sono state 185, 19 in più rispetto alle 166 registrate nel primo trimestre 2020. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie