/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Museo: opere d'arte salvate da chiese danneggiate sisma 2016

Museo: opere d'arte salvate da chiese danneggiate sisma 2016

Museo Arte Recuperata (MARec) diocesi S. Severino inaugura 11/6

SAN SEVERINO MARCHE, 06 giugno 2022, 17:17

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

   All'interno del palazzo arcivescovile di San Severino Marche (Macerata), nasce il Museo dell'Arte Recuperata (MARec), il nuovo museo diocesano dell'Arcidiocesi di Camerino e San Severino Marche (Macerata), con le opera salvata dalla Chiese danneggiate dal sisma del 2016, che sarà inaugurato sabato 11 giugno alle 16:30.
    Ricchissimo è il patrimonio esposto, di cui fanno parte autentici gioielli, come la Madonna del Monte di Lorenzo d'Alessandro o la statua lignea della Madonna di Macereto.
    Tra le tante e tante opere, di ogni epoca e di qualità disparata, che hanno trovato ricovero provvisorio in questo antico palazzo, la scelta è stata infatti dettata dalla volontà di comporre un quadro il più possibile rappresentativo dell'arte sacra prodotta da queste terre e per queste terre tra il Duecento e il Settecento, riportando parte del patrimonio di cui le chiese dell'Arcidiocesi possiedono. "Dopo la distruzione provocata dal terremoto del 2016 nell'Italia centrale - commenta l'Arcivescovo, mons. Francesco Massara - la rinascita passa anche dal recupero delle opere d'arte. A donare nuova speranza a questo territorio duramente provato dal sisma, è proprio il museo della rinascita del quale accanto ai capolavori esposti entrerà in funzione un laboratorio di restauro dove la creatività artistica potrà unirsi al desiderio di costruire con il proprio talento un futuro finalmente luminoso".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza