• Raffaello utilizzava Carta di Fabriano per i suoi capolavori

Raffaello utilizzava Carta di Fabriano per i suoi capolavori

Indagine Fondazione Fedrigoni, comparati bozzetti-carte storiche

   Anche il grande Raffaello usava carta di Fabriano. La corrispondenza delle filigrane presenti nei disegni e bozzetti di Raffaello con quelle storiche fabrianesi, contenute nel repertorio collezionato dal prof.
    Augusto Zonghi nel 1884, e conservato dalla Fondazione Fedrigoni Fabriano, ha permesso di verificare come la carta di Fabriano (Ancona) avesse raggiunto un tale prestigio tra XV e XVI sec. da essere impiegata dagli artisti più amati alla corte di Papa Giulio II: Michelangelo e, soprattutto, Raffaello.
    "È con grande emozione che abbiamo appreso i risultati dello studio scientifico commissionato", il commento di Chiara Medioli, presidente della Fondazione Fedrigoni Fabriano e vicepresidente del Gruppo Fedrigoni. Tra i vari tipi di carta analizzati, quelli con filigrane più note - ad 'aquila', ad 'ancora', ad 'ancora sormontata da stella' - che anche Raffaello e Michelangelo usarono durante il loro soggiorno romano, ma anche filigrane dalle icone più singolari: 'cardo', 'scala', 'frecce decussate', 'trimonzio'. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie