Regionali: Udc, molti candidati da imprese e professioni

Cesa, Governo sprovveduti. Saccone, cambio classe dirigente

   "Oggi siamo in mano a degli sprovveduti e c'è seriamente da preoccuparsi. Dalle regioni deve arrivare uno scossone anche al Governo centrale, siamo qui per costruire una coalizione di centrodesta coesa che non racconti stupidaggini o assecondi gli umori del momento, ma difenda la famiglia e le fasce deboli". Il segretario nazionale Udc Lorenzo Cesa è intervenuto ad Ancona alla presentazione delle liste per le Regionali a sostegno di Francesco Acquaroli (centrodestra).
    Una ventina i candidati proposti nelle liste (il 90% da completare), molti provenienti da professioni e imprenditoria.
    Ma ci sono anche Luca Marconi (a Macerata), già sindaco di Recanati, senatore ora consigliere regionale, e il sindaco di Loreto Paolo Niccoletti (Ancona). Vittoriano Solazzi, già presidente del Consiglio regionale Marche, torna alle "radici" Udc, e si schiera con Acquaroli. "Non vogliamo nessuna rivoluzione - ha dichiarato il sen. e commissario regionale Udc Antonio Saccone - ma il cambio di una classe dirigente che da anni pratica l'immobilismo" (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie