Cisl: Sbarra, lavoro cambia, ancorarlo a solidarietà

Nuovo modello sviluppo che non lasci indietro nessuno

(ANSA) - FERMO, 31 LUG - "La crisi scatenata dal Covid-19 ha accelerato i processi di cambiamento dell'Italia e del mondo. La digitalizzazione dell'economia e del lavoro è parte fondamentale di questo processo, di cui non dobbiamo avere paura perché porta opportunità di crescita e coesione". Lo ha detto il segretario generale confederale aggiunto della Cisl Luigi Sbarra, durante un evento a Fermo per i 70 del sindacato. Opportunità - ha sottolineato - che si possono cogliere se si tiene ancorata questa evoluzione "all'economia reale e alla centralità e alla dignità della persona che lavora. Dobbiamo fare un grande sforzo per orientarla su traguardi sociali che leghino produttività e solidarietà, competitività e partecipazione". Insieme alle connessioni sociali, bisogna sviluppare quelle "fisiche: reti materiali, ricerca innovazione, banda larga, 5G. Si tratta di entrare insieme nell'era digitale cogliendo tutte le opportunità e costruendo un nuovo modello di sviluppo che non lasci indietro nessuno". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie