Piazzale per agente ucciso mafia 1985

A ricordo Roberto Antiochia il 23/9 anche capo polizia Gabrielli

Un piazzale vicino al palazzo del Comune di Recanati intitolato all'agente di polizia Roberto Antiochia ucciso dalla mafia a 23 anni a Palermo il 6 agosto 1985 mentre scortava a casa il vice questore Ninni Cassarà anche lui freddato dai killer. La cerimonia, a cui parteciperà anche il capo della Polizia Franco Gabrielli, si terrà il 23 settembre alle 11 nell'ambito dei festeggiamenti per il bicentenario de l'Infinito di Leopardi. L'intitolazione fa parte dell'iniziativa "L'esempio del coraggio - il valore della memoria" promossa dal questore di Macerata Antonio Pignataro per ricordare "uomini straordinari delle istituzioni che hanno donato la vita, consapevoli che il loro lavoro sarebbe rimasto come esempio della lotta in difesa dei più deboli". Saranno presenti anche i fratelli di Roberto Antiochia, insignito della medaglia d'oro al valore civile, e funzionari di polizia all'epoca dei fatti in servizio a Palermo tra i quali il dott.
    Francesco Pellegrino dirigente della Squadra Mobile.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere