Marche

Macerata, Traini chiederà domiciliari

'Non c'è pericolo di fuga né di reiterazione del reato'

Il legale di Luca Traini, condannato a 12 anni di carcere per il raid razzista a colpi di pistola contro i migranti per le vie di Macerata del 3 febbraio 2018, chiederà la settimana prossima di far uscire il suo assistito dal carcere. Lo ha annunciato l'avv. Giancarlo Giulianelli. Il legale sostiene che che, non essendoci più pericolo di fuga e né di reiterazione del reato, Traini potrà essere assegnato agli arresti domiciliari con l'obbligo del bracciale elettronico. Traini si trova attualmente nel carcere di Montacuto ad Ancona.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie