Nuova aula per maxiprocessi ad Ancona

Investimento ministero 50mila euro, sale per pubblico e stampa

Quaranta postazioni per avvocati e pubblici ministeri, 80 sedute per il pubblico, sei telecamere e collegamenti audio e video con una seconda sala per accogliere altri cento posti sempre per il pubblico; e anche una sala stampa per i giornalisti. Sono investimenti fatti nel tribunale distrettuale di Ancona dove il ministero ha sovvenzionato l'adeguamento dell'aula di Corte d'Assise per ospitare maxiprocessi anche in appello, per una spesa di 50mila euro. Il primo giudizio che usufruirà della sala è quello per il crac di Banca Marche che si aprirà il 9 maggio con 3mila parti civili e 13 imputati. Sono pronti anche i nuovi arredi. Il presidente del tribunale, Giovanni Spinosa, ha annunciato che presto le aule avranno anche un nome. "Non è più possibile chiamarle come se fossero i binari di una stazione con i numeri - ha detto - questo è un tribunale distrettuale". All'iniziativa collabora anche il Comune, tutto sarà ufficializzato con una cerimonia, il 23 maggio, anniversario della strage di Capaci.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie