Superlega: De Zerbi "c'è differenza tra calcio e azienda"

"Ancora più convinto di quanto detto,nonostante insulti piovuti"

(ANSA) - MILANO, 21 APR - "Ieri mi sono espresso in maniera chiara prendendo una posizione forte e ora la confermo parola per parola. Il mio riferimento non era ai giocatori, allenatori e tifosi di Milan, Inter e Juve ma a chi si permette di gestire una squadra di calcio come una azienda. C'è una differenza abissale. Il calcio ricopre un ruolo sociale diverso": Roberto De Zerbi ribadisce dopo la vittoria sul Milan a San Siro il duro giudizio contro la Superlega espresso ieri. "Non è facile prendere una posizione. Sono piovuti insulti, cose maligne. Ma sono ancora più convinto di quello che ho detto. Non so se mi sarà preclusa l'opportunità di allenare quelle squadre per quanto ho detto, se fosse così va bene prenderò la mia strada in Italia o all'estero".
    "A me il calcio emoziona ancora - conclude De Zerbi - e penso a tanta gente. E' quello sport per cui due sconosciuti, che tifano la stessa squadra, si abbracciano dopo un gol anche se non si conoscono". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano



        Modifica consenso Cookie