Gardaland, inspiegabili regole riaperture

Ad, parchi ritenuti più pericolosi di attività al chiuso

(ANSA) - MILANO, 21 APR - L'amministratore delegato di Gardaland, Aldo Maria Vigevani, si dice "costernato" di fronte alla prima bozza di un Decreto che stabilisce "regole incomprensibili" in termini di riaperture di attività commerciali.
    "Non ci spieghiamo per quale motivo i Parchi Divertimento, che svolgono la propria attività quasi esclusivamente all'aperto, vengano associati alle fiere e ai congressi che si svolgono indoor - commenta Vigevani - . In Inghilterra e Usa i parchi hanno già riaperto mentre in Italia, con l'attuale scadenza per le riaperture, i Parchi vengono ritenuti più pericolosi delle palestre o dei cinema che sono al chiuso!" "Lo scorso anno Gardaland ha applicato un efficace Protocollo di Sicurezza e non è stato registrato nessun contagio tra i suoi Ospiti. Gardaland - conclude - con oltre 1.500 dipendenti diretti e 10.000 occupati nelle aziende dell'indotto del Lago di Garda, rappresenta una colonna portante dell'economia italiana".
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano



      Modifica consenso Cookie