Covid: a Milano la protesta di ambulanti e bus turistici

I primi in presidio alla Centrale, gli altri verso la Regione

(ANSA) - MILANO, 06 APR - Sono scesi in strada gli ambulanti che vogliono tornare a lavorare. In piazza Duca d'Aosta, davanti alla stazione Centrale di Milano, sono arrivati con cartelli chiedendo di ottenere ristori ma soprattutto di poter riaprire le lore attività.
    "I Dpcm sono inutili', 'I vostri ristori sono elemosina, noi vogliamo lavorare' sono alcuni dei cartelli che hanno mostrato mentre occupavano parte di via Vittori pisani e via Vitruvio, la strada che passa davanti alla stazione, bloccando il traffico.
    Per questo alcune linee di bus e metro sono state deviate.
    Sempre stamattina è però andata in scena anche un'altra protesta, quella degli autobus da noleggio che hanno cercato di arrivare davanti al palazzo della Regione per far sentire le loro ragioni e farsi ricevere dall'assessore ai Trasporti Claudia Maria Terzi, Anche in questo caso le richieste vanno dalla proroga della moratoria sul pagamento dei finanziamenti, a "ristori per sopravvivere" alla possibilità di lavorare. 

   Gli ambulanti dalla stazione si sono mossi in un corteo non autorizzato. Dopo essere rimasti fermi di fronte alle forze dell'ordine schierate in via Vitruvio hanno poi proseguito fino ad arrivare nei pressi della Prefettura, che è transennata. Il traffico in zona è bloccato e alcune linee dei mezzi hanno modificato il loro percorso.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano



      Modifica consenso Cookie