Minaccia e perseguita il marito, arrestata a Mantova

Coppia in via separazione, lei non rispetta divieto avvicinarsi

(ANSA) - MANTOVA, 13 GEN - Una moglie violenta è stata arrestata dalla Polizia per gravi atti persecutori e reiterate minacce nei confronti del marito. In carcere è finita una 45enne di Mantova, arrestata dagli agenti durante una violenta lite scoppiata tra marito e moglie in fase di separazione.
    I poliziotti, avvertiti dai vicini di casa della coppia, sono intervenuti nel momento in cui la donna inveiva contro il marito e non riusciva a calmarsi. Addirittura, alla vista degli agenti, ha chiesto loro di darle una pistola per sparare all'uomo. La donna è stata accompagnata in questura dove si è accertato che era stata colpita da un provvedimento del questore di Mantova e ammonita a non avvicinarsi al coniuge. Il quale l'aveva denunciata tempo prima dopo una serie di minacce e aggressioni verbali, anche sul luogo di lavoro. Non solo. Una volta la donna si era presentata a casa del marito aveva continuato ad inveire e a minacciare di portare con sé il figlio minorenne. Il marito, vittima dei soprusi e della violenza della moglie ormai da tempo, si era rivolto alla Questura e aveva ottenuto il provvedimento di ammonimento che lei però aveva mai rispettato.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano



      Modifica consenso Cookie