COVID: il punto in Lombardia

Pregliasco, situazione esplosiva.Al via test rapidi nelle scuole

(ANSA) - MILANO, 20 OTT - La Lombardia preoccupa (oltre 2.000 contagi), e il malato più grave è sicuramente Milano. Lo dicono i dati (1.054 nuovi casi nella provincia milanese) e lo sottolineano anche gli esperti, dal direttore di Malattie infettive del Sacco Massimo Galli al virologo del Cts regionale Fabrizio Pregliasco. "Occorre agire adesso, con misure energiche" ha detto Galli insieme ai colleghi Marino Faccini e Marco Rizzi. E secondo Pregliasco, il coprifuoco in Lombardia "è necessario: perché la situazione è esplosiva" e perché "Milano è un malato grave". Un coprifuoco a cui si oppongono i ristoratori: in cinquanta si sono trovati oggi sotto il Palazzo della Regione Lombardia per dire che anticipare la chiusura alle 23 è "la morte".
    Tra le misure adottate per rallentare il contagio, c'è il ricorso massiccio al lavoro agile. Al Comune di Milano, ha spiegato il sindaco Giuseppe Sala, "porteremo rapidamente lo smart working al 50%, se servirà anche di più". Mentre in alcune scuole, ha annunciato il presidente della Regione Attilio Fontana, "è stata avviata la sperimentazione dei tamponi antigenici rapidi il cui esito si ottiene in circa 15 minuti".
    Gli effetti del Covid ricadono pesantemente su ogni ambito: economia, arte, sport. Gli aeroporti di Milano "hanno bruciato cassa per 180 milioni di euro" ha detto Armando Brunini, ceo di Sea Aeroporti. Il mondo dell'arte piange Lea Vergine, curatrice e critica d'arte: è morta all'età di 82 anni un giorno dopo il marito, il grande designer Enzo Mari. Erano entrambi ricoverati a causa del coronavirus. Infine, trema il basket: la gara di giovedì sera tra Zenit San Pietroburgo e Ax Milano è stata sospesa e rinviata a data da definirsi. I russi infatti hanno troppi casi positivi in squadra. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano



        Modifica consenso Cookie