Striscione fascista, chiesto processo

Venne esposto vicino a piazzale Loreto il 24 aprile del 2019

(ANSA) - MILANO, 23 SET - Rischiano il processo per manifestazione fascista il capo degli 'Irriducibili' della curva della Lazio, Claudio Corbolotti, 54 anni, e altri ultrà biancocelesti per il blitz del 24 aprile del 2019 nel quale alcune decine di ultras laziali a due passi da Piazzale Loreto, piazza simbolo della Resistenza milanese e nazionale, hanno esposto uno striscione in onore a Benito Mussolini, gridando più volte il 'presente' e facendo saluti romani.
    Il dipartimento antiterrorismo della Procura, guidato da Alberto Nobili, ha chiuso, infatti, l'inchiesta coordinata dal pm Leonardo Lesti e condotta dalla Digos contestando l'articolo 2 della Legge Mancino a Corbolotti e ad altri ultras (quattro o cinque, quelli che sono stati individuati grazie ai filmati) e poi ha chiesto il rinvio a giudizio (deve essere fissata l'udienza preliminare). (ANSA)

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano



        Modifica consenso Cookie