Lombardia

Teste fondi Lega, 'movimenti mai visti'

Ex direttore banca a pm, 'giri denaro anche con associazione'

(ANSA) - MILANO, 13 SET - "Sono operazioni prive di valide ragioni economiche che, aldilà degli importi, non mi è capitato di vedere in tutta la mia carriera. E ho lavorato in banca quasi trent'anni". Così Marco Ghilardi, ex direttore della filiale Ubi di Seriate (Bergamo) testimoniando davanti ai pm di Milano, ha descritto alcune "movimentazioni" sui conti della Taaac, una delle tante società riconducibili ad Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, due dei commercialisti vicini alla Lega arrestati per il caso Lombardia Film Commission.
    Il teste nel verbale del 22 luglio ha parlato anche dei "giri di soldi tramite 'Più voci'", l'associazione di cui era legale rappresentante il tesoriere della Lega Giulio Centemero, e del fatto che "Di Rubba mi aveva chiesto di aprire il conto di Radio Padania e delle associazioni regionali della Lega".
    "Col senno di poi devo riconoscere - ha spiegato ai pm Ghilardi - che Di Rubba, pur di realizzare i suoi scopi, mi ha mentito. Mi ha sempre parlato di un'associazione ('Più voci', ndr) senza scopo di lucro, a fini culturali, del tutto scollegata dal mondo politico. In realtà, su questo conto sono transitati anche bonifici di importo significativo, per la prassi bancaria inconferenti con la natura associativa". Il teste ha anche raccontato che quando comunicò a Di Rubba "l'impossibilità a poter procedere" con l'apertura dei conti per le articolazioni territoriali della Lega, il professionista "per tutta risposta mi scrive: 'mi avevi detto che si poteva, allora chiudo tutto, inculet'. Praticamente mi ha mandato a quel paese". E ancora: "Non mi hanno detto a chi si sarebbero rivolti per aprire questi conti delle nuove entità regionali del partito". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano



        Modifica consenso Cookie