Milano,da consegna beni prima necessità a mutuo aiuto

Al Gratosoglio, chi riceve si attiva nella consegne

(ANSA) - MILANO, 04 AGO - Hanno dato vita a un "servizio continuativo di consegna gratuita di prodotti alimentari, igienici e casalinghi, che via via si è trasformato in un rapporto di conoscenza reciproca e di mutuo aiuto. Ora, infatti, chi può viene a ritirare i pacchi nelle nostre sedi, e non è raro che anche chi riceve aiuto si attivi poi nelle consegne" Lo raccontano gli attivisti di Zam (Zona autonoma Milano) e Gta (Gratosoglio autogestita), due centri sociali che durante l'emergenza Covid hanno formato la "Brigata di solidarietà popolare di Milano sud". Zam e Gta, in zona 5 dal 2014-15, si sono impegnati fin dall'inizio della pandemia nel sostegno a persone e famiglie in difficoltà, anche in coordinamento con la rete cittadina delle "Brigate volontarie per l'emergenza".
    Nei giorni scorsi il quartiere intorno a via Palmieri, Milano sud, è stato animato da un'iniziativa di "solidarietà popolare", con distribuzione gratuita di prodotti alimentari e di beni di prima necessità. "All'inizio del lockdown - raccontano gli organizzatori - aiutavamo la gente a fare la spesa o altri servizi per cui era necessario muoversi. Abbiamo poi attrezzato un numero di telefono come centralino per ricevere le richieste per zona 5 e abbiamo individuato le famiglie e le persone più in difficoltà, quelle colpite più duramente dalla crisi perché già in stato di precarietà". (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere
    Camera di Commercio di Milano
    Camera di Commercio di Milano



    Modifica consenso Cookie