Turchia: Ciocca, governo Ankara si permette di chiuderci gas

Europarlamentare Lega, nonostante i 10 miliardi ricevuti

(ANSA) - MILANO, 06 LUG - "Risale a poche settimane fa la notizia del blocco temporaneo della fornitura di gas diretto dalla Libia in Italia, l'ennesima minaccia del governo turco verso l'Unione europea. Un gesto intimidatorio". Lo afferma l'europarlamentare pavese della Lega, Angelo Ciocca, nella sua ultima interrogazione indirizzata all'Alto rappresentante della Ue per gli Affari esteri.
    "Nel delimitare i nostri confini con la Grecia non abbiamo fatto altro che esercitare un potere riconosciutoci dal diritto internazionale, opponendoci all'intesa siglata tra Libia e Turchia lo scorso novembre. Ecco perché - sottolinea Ciocca - il governo Erdogan ha chiuso per qualche ora la valvola del gas destinato al nostro Paese, volendo ristabilire subito i rapporti di forza con l'Italia. Trovo inaccettabile che la Turchia continui a compiere gesti intimidatori nei confronti di diversi Stati membri dell'Unione, specialmente a fronte dei 10 miliardi che ha finora ricevuto da parte di questi ultimi. Per questo ho chiesto all'Alto rappresentante come intende affrontare questa situazione di rilevanza assoluta per la politica energetica del nostro Paese". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano
        Aeroporto Malpensa



        Modifica consenso Cookie