Fisco: sequestrati beni per 2,3 mln

False fatture che pagava su carte prepagate che usava lui stesso

(ANSA) - MILANO, 7 GIU - Ha intestato carte prepagate a una quarantina di persone che non ne sapevano nulla, ed erano spesso nullatenenti. Poi ha finto che avessero fatto lavori per l'azienda di cui è titolare e, a pagamento di queste false fatture, ha versato i pagamenti sulle carte che aveva e usava lui. Per questo a un imprenditore milanese la Guardia di Finanza di Paderno Dugnano ha sequestrato beni per 2,3 milioni di euro.
    L'uomo è stato denunciato per frode fiscale, intestazione fittizia di beni, indebito utilizzo di carte di credito e appropriazione indebita aggravata di somme in danno della società.
    In particolare, al termine delle indagini il provvedimento cautelare del gip di Monza ha disposto il sequestro di otto appartamenti a Milano, Aosta e Pavia.
    Il giro di false fatture ammontava a 3,7 milioni di euro e aveva permesso di creare un fondo nero da 820 mila euro, evitando di pagare in cinque anni tasse per 1 milione e mezzo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano



Modifica consenso Cookie