Ciocca, allarme per ex detenuti Tunisia

'Paese non pattuglia coste anche se abbiamo fornito motovedette'

(ANSA) - MILANO, 28 MAR - L'europarlamentare pavese Angelo Ciocca denuncia il rischio che dalla Tunisia arrivino "centinaia di ex carcerati dopo l'ennesimo indulto, in occasione di una festività nazionale, del governo: abbiamo dato loro le motovedette ma non pattugliano la costa e l'esperienza degli anni passati ci dimostra che ogni volta che vengono applicati questi provvedimenti, ci sono diverse feste simili, aumentano enormemente gli sbarchi di delinquenti che non scappano da nessuna guerra e per i quali le spese di soggiorno in Italia sono a carico dei contribuenti". Sul tema l'esponente della Lega ha presentato una interrogazione a Bruxelles.
    "Il 20 marzo, in occasione della Festa Nazionale dell' Indipendenza - ha dichiarato all'ANSA - il presidente della Repubblica Tunisina ha concesso la grazia a 1.400 detenuti che ora sono pronti a sbarcare sulle nostre coste. Da settembre dello scorso anno sono migliaia i tunisini scarcerati arrivati in Italia".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa



Modifica consenso Cookie