Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Nel bosco della Spezia ritrovate semiautomatiche e bombe a mano

Nel bosco della Spezia ritrovate semiautomatiche e bombe a mano

Ritrovate da un passante in buono stato di conservazione

LA SPEZIA, 26 gennaio 2023, 17:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un piccolo arsenale con pistole, un fucile a canne mozze e alcune bombe a mano è stato ritrovato ieri pomeriggio da un escursionista in un bosco presso il promontorio di Montemarcello, estremità di levante del Golfo della Spezia. La notizia è stata anticipata dal Secolo XIX.
    L'uomo, mentre passeggiava in località La Gruzza, nel territorio di Ameglia, ha notato gli oggetti metallici sotto alcuni cespugli, avvertendo i carabinieri che hanno inventariato le armi. Si tratta di due pistole semiautomatiche, un fucile a canne mozze, diversi proiettili e tre bombe a mano in discrete condizioni di conservazione. Sul luogo sono intervenuti gli specialisti del nucleo artificieri dei carabinieri di Genova, che hanno fatto brillare sul posto alcune delle bombe a mano, vista l'instabilità degli ordigni, mentre le restanti bombe saranno distrutte all'interno di una cava.
    L'arsenale è ora sotto sequestro, affidato alla scientifica di Parma che svolgerà le analisi per capire se e come le armi abbiano sparato in passato. Gli inquirenti non escludono che siano state usate per compiere crimini. Tutte erano in buone condizioni di conservazione, elemento che fa pensare non siano rimaste nascoste nel bosco per lungo tempo. Le indagini sono affidate ai carabinieri del Comando provinciale della Spezia.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza