Giù dighe di Begato: Toti, rigenerazione urbana da primato

'Era un quartiere lontano dalle aspettative dei residenti'

 "Questo è uno dei più grandi progetti di rigenerazione urbana di edilizia popolare al momento in Italia. Un intervento per cambiare completamente il volto ad una realtà profondamente degradata". Così il presidente della Liguria Giovanni Toti ha commentato l'inizio della demolizione delle cosiddette dighe di Begato, edifici di edilizia popolare, a Genova.
    "La nostra regione aveva bisogno da troppo tempo di abbandonare una vecchia concezione urbanistica che aveva prodotto l'isolamento di un gran numero di persone, senza che mai nessuno prima intervenisse per cambiare questa situazione. Una realtà che si era sedimentata nel corso degli anni che era diventata molto complicata dal punto di vista sociale e della vita quotidiana. Un quartiere lontano dalle aspettative dei residenti, una periferia urbana, con assenza di collegamenti e privo di servizi, in pratica un fallimento dal punto di vita della progettazione urbana. Per questo ci siamo impegnati, fin dall'inizio del primo mandato, a procedere nella ricollocazione diffusa su tutto il territorio degli abitanti perché l'abitare è un diritto fondamentale dei cittadini. Oggi dimostriamo con i fatti di stare trasformando un'architettura controversa e un'area problematica per renderla migliore", ha detto Toti.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      MyWay Autostrade per l'Italia
      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie