Museo Genova, nostro Ecce Homo diverso da dipinto Madrid

Besta, un'attribuzione non in discussione per nuovo ritrovamento

 "Bisogna puntualizzare una cosa: un'attribuzione non viene messa in discussione dal ritrovamento di un'altra opera, peraltro di diversa composizione". Lo ha detto all'ANSA Raffaella Besta, direttrice dei Musei di Strada Nuova, di cui fa parte Palazzo Bianco dove è conservata la tela dell'Ecce Homo attribuita nel 1952 a Caravaggio dallo storico dell'arte Roberto Longhi, dopo che in Spagna è stato bloccato ad una asta il dipinto "La Coronación de espinas" attribuito al circolo di José de Ribera (secolo XVII), ritirato dall'asta della Casa Ansorena, che secondo esperti potrebbe essere l''Ecce homo' dipinto da Caravaggio per il cardinale Massimi.
    La tela 'genovese', individuata dal Longhi come l'originale della 'copia cruda' che si trova a Messina, era stata trovata in pessime condizioni nel palazzo dove, durante la Seconda Guerra Mondiale, si trovava la Regia scuola navale di Genova e affidato alle cure del famoso restauratore Pico Cellini. La tela era ridotta talmente male che Cellini, pur descrivendolo come un "corteccione fritto e rinsecchito", lo restaurò sulla scorta della copia messinese. L'Ecce Homo genovese è stato esposto come Caravaggio anche al museo Jacquemart-André di Parigi e altre prestigiose sedi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        MyWay Autostrade per l'Italia
        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie