Giustizia: magistrati onorari contro la precarietà

Manifestazione a Genova e Imperia

(ANSA) - IMPERIA, 16 DIC - "Traditi dalle istituzioni": è lo slogan della manifestazione di protesta dei magistrati onorari e precari della 'giustizia'. Proteste, sottoforma di flash mod si sono tenute a Imperia e a Genova davanti ai tribunali. I manifestanti chiedono il riconoscimento di diritti e dei compensi per la quantità di lavoro svolto nelle aule. "E' Una situazione indecorosa per i magistrati onorari - spiega Andrea Saccone, giudice onorario al tribunale di Imperia e tra gli organizzatori del presidio - ai quali non sono piaciute le frasi del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, che il 19 novembre, rispondendo ad un'interrogazione, ha detto che la magistratura onoraria ha la finalità di contenere il numero dei togati, pena la perdita di prestigio e la riduzione delle retribuzioni della magistratura professionale". L'iniziativa è scattata, dopo che un testo di riforma della materia, in Commissione Giustizia al Senato, è stato rinviato a gennaio 2021. "Il testo della riforma, peraltro, tende a precarizzare ulteriormente la categoria - spiega Saccone - sommando il rapporto di lavoro onorario a quello autonomo, contrariamente a quanto dettato dalla recente sentenza della Corte di Giustizia Europea che, nel luglio scorso, ha riconosciuto ai magistrati onorari italiani la qualifica di lavoratori subordinati". I magistrati onorari sono scesi in piazza con una rosa gialla e un codice alla mano. A Imperia, in segno di solidarietà è anche uscito il presidente del tribunale, Edoardo Bracco. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        MyWay Autostrade per l'Italia
        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie