Calcio: Genoa; Maran al secondo derby, 'può dare la svolta'

Tanti assenti per domani in Coppa Italia, ma c'è Scamacca

   Arriva il secondo derby di stagione per il Genoa, questa volta in Coppa Italia, a meno di un mese da quello di campionato e finito in parità. Domani sarà una sfida totalmente differente con in palio la qualificazione agli ottavi, avversario della vincente la Juventus, e un Genoa che ci arriva reduce dalla sconfitta di Udine. Per il tecnico Maran è una gara fondamentale per provare a cambiare il corso di una stagione che ha visto per ora solo un successo in campionato alla prima giornata e la vittoria , sempre in Coppa Italia , contro il Catanzaro.
    "Dobbiamo pensare ad andare più forte - ha dichiarato il tecnico Maran-. Dobbiamo far parlare i fatti perchè in questo momento, soprattutto nell'ultima gara , stiamo raccogliendo meno di quello che avremmo meritato. E' il momento con i fatti di svoltare e di rimetterci sulla giusta carreggiata per poter riprendere il nostro cammino come vogliamo" .
    La gara, ancora una volta senza tifosi - terza stracittadina con stadio vuoto da quando è scoppiata la pandemia -, sarà giocata con molte assenze importanti.
    Oltre a Cassata, Zappacosta e Criscito infatti il tecnico del Genoa deve fare i conti con gli infortuni di Perin, lesione al bicipite femorale sinistro e di Biraschi, fermato a Udine da una lussazione alla spalla. Rientrano però sia Pjaca, seppur senza ancora i 90' nelle gambe, Rovella e Zapata. In attacco c'è Scamacca, che segna sempre da diverse gare, anche se a Udine gli è stato annullato il gol del pareggio per un fuorigioco millimetrico. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie