Porti: Comune Spezia "Lsct rispetti accordi sul terminal"

Restituisca calata Paita fondamentale per il nuovo waterfront

(ANSA) - LA SPEZIA, 29 OTT - Nel piano industriale di Contship dal 2021 al 2024 non c'è "alcun riferimento puntuale agli interventi" relativi alla "progettazione e realizzazione di molo Garibaldi, propedeutico alla restituzione di calata Paita alla città necessaria al nuovo waterfront" e alla realizzazione del nuovo terminal crociere. Esprime disappunto l'assessore alla portualità Anna Maria Sorrentino per la 'dimenticanza' negli obiettivi annunciati oggi dal gruppo Contship Italia. "Era stato reso noto che la Lsct, nell'ambito di un piano di investimenti di circa 200 milioni di euro, avrebbe investito rilevanti risorse" sul Garibaldi. "Tale investimento aveva giustificato la proroga cinquantennale della concessione alla società, con la previsione di un rilevante incremento occupazionale stimato in 750 unità e di volumi di traffico containerizzato del 50%". Dopo la firma n anno e mezzo fa, nonostante l'impegno del Comune per la sdemanializzazione della calata e dell'Authority sui fondali dei moli Fornelli e Garibaldi, "nessun cantiere è ancora partito e nessun bando è stato ancora indetto, quasi che si fosse decisa una posticipazione 'unilaterale' degli interventi che non trova alcun riscontro in atti o documenti formali. Il Comune della Spezia non può che ribadire che rimangono validi gli accordi e gli atti sottoscritti con il rinnovo della concessione.
    Eventuali difformità dagli accordi sottoscritti, oltre che valida giustificazione, devono - sottolinea Sorrentino - trovare rispondenza nelle sedi adeguate: il Comitato di Gestione".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie