A Seborga cerimonia di investitura della 'principessa' Nina

Dobler, pandemia ha rallentato attività, a lavoro su riforma

"La pandemia ha comprensibilmente rallentato l'attività del Principato. Non nascondo che in questi primi nove mesi di governo avremo voluto fare molto di più. Seborga è ancora forte e fiera della sua storia e delle sue tradizioni. Ora che la situazione si è un po' calmata e speriamo che non torni a peggiorare in maniera drastica, confido che potremo ripartire e recuperare il tempo perduto". A dichiararlo è Nina Dobler, 'principessa' dell'autoproclamato 'Principato di Seborga', alle spalle di Bordighera, che questo pomeriggio è stata la centro della cerimonia di investitura, svoltasi in occasione della Festa di San Bernardo, patrono del 'Principato'. Il comune di Seborga, nell'Imperiese. dagli anni Cinquanta rivendica la propria indipendenza, tra il folclore e il marketing turistico. La cerimonia odierna si è svolta, su invito, alla presenza di un nutrito gruppo di 'ministri' e 'cavalieri' del 'Principato', di ospiti internazionali e giornalisti. Nel rispetto della normativa anti-covid, gli ospiti hanno dovuto' registrarsi e a ciascuno è stata misurata la temperatura. "Dal punto di vista del governo del Principato stiamo cominciando a lavorare sulla riforma istituzionale degli statuti generali - ha annunciato Nina -. Presto metteremo anche in atto un'iniziativa che dovrebbe consentire al Principato di autostostenersi dal punto di vista economico e inverno arriverà una nuova emissione del Luigino del principato". Terminata la cerimonia di investitura, c'è stata quella di giuramento di fedeltà al 'Principato' da parte dei consiglieri della Corona e dei priori. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie