Totti "La Samp mi voleva, ma la Roma è la mia vita"

Volevo continuare, ma con un'altra maglia avrebbe voluto dire cambiare una scelta di vita

 "Rispetto quello che ha fatto Daniele. Ognuno fa le sue scelte di vita. Io delle opportunità a fine carriera le ho avute: all'estero, America, Emirati Arabi e anche in Italia". Francesco Totti torna a parlare del finale di carriera vissuto da lui e De Rossi alla Roma. L'ex numero 10 ha chiuso in giallorosso mentre il centrocampista ha scelto di volare in Argentina per vestire, anche se solo per pochi mesi, la maglia del Boca Juniors.
    Totti, in collegamento su Sky Sport24, ha poi rivelato chi più di tutti ha cercato di convincerlo a continuare lontano dalla Capitale. "La Sampdoria mi voleva a tutti i costi, Ferrero ha un debole per me, è romano e romanista come me e avrebbe fatto di tutti per portarmi là - rivela l'ex capitano e dirigente romanista -. Ma ero dubbioso. Sinceramente io volevo continuare perché sentivo di poter dare qualcosa. Alla fine però un anno o due non mi cambiava niente e siccome la mia scelta di vita è stata indossare un'unica maglia, giocare un anno o due da un'altra parte avrebbe cambiato tutto. Avrei dovuto cancellare tutto e sprecare 24 anni. La Roma è stata la mia vita, il mio percorso più bello. E anche se sono fuori da Trigoria il mio cuore sta là dentro".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie