J.Neilson, mastersmith che 'ricama' le lame col fuoco

Celebre armaiolo Usa, giovani cominciano a amare questa arte

(di Chiara Carenini) (ANSA) - GENOVA, 24 AGO - J. Neilson è considerato uno dei migliori maestri armaioli del mondo. Le sue lame sono apprezzate ovunque per la bellezza della lavorazione e la loro solidità. Capace di 'ricamare' l'acciaio piegandolo più volte per creare diversi tipi di 'damascatura', J.Neilson è non solo un celebrato 'mastersmith' ma anche una star televisiva: è stato giudice nella trasmissione 'Forged in Fire', Il fuoco di spade, per History Channel, e così facendo ha trasformato la sua arte in uno spettacolo seguito da milioni di spettatori negli Stati Uniti e in Italia, suscitando la passione di tantissime persone, specialmente tra i giovani. La sua è un'arte antica, realizzata grazie all'abilità manuale e a una grande esperienza che consente a J.Neilson di piegare e 'ricamare' l'acciaio grazie al fuoco. La forgiatura è una forma molto antica di arte umana e oggi conosce una nuova primavera, esercitando grande fascino anche nel mondo d'oggi. "Credo che la forgiatura sia cresciuta in popolarità negli ultimi 20 anni perché molti di noi pur vivendo in una società 'usa e getta' apprezzano la bella sensazione avere qualcosa che fatto a mano da un artigiano. Le ultime due generazioni sono teste verso impieghi più 'professionali' come il medico o l'avvocato e hanno perso il contatto con il lavoro manuale e la capacità di creare le cose". Affrontare il fuoco o domare il ferro: cos'è più difficile? "Dipende. L'uso della forgia a carbone richiede molto più sforzo rispetto al gas ma manipolare le temperature per diverse applicazioni può essere una sfida. Spostare l'acciaio nel modo desiderato richiede molta più pratica". Lei è uno dei maestri artigiani più apprezzati al mondo. Qual è il momento della lavorazione dell'acciaio che preferisce? "Forgiare saldature su diversi acciai, vedere una saldatura pulita quando forgio le lame e incidere la lama in acido per vedere il modello finale. L'inizio è sempre emozionante perché non sai mai esattamente come sarà il tuo acciaio. Ogni lama fatta a mano è unica". Pensa che le giovani generazioni possano amare quest'arte e continuare la tradizione della fucina? "Assolutamente sì. Ho visto fabbri di 18-22 anni nello show Forged in Fire che hanno fatto un lavoro incredibile e ricevo sempre più e-mail da giovani fabbri. Penso davvero che il meglio debba ancora venire e sono molto, molto orgoglioso di avere una piccola parte in questo futuro".

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere