Concluso sciopero 'liberati' i traghetti a Bastia

Testimone: 'I portuali sembravano dei pirati'

Come annunciato ieri sera, da questa mattina è ripresa l'attività dei portuali a Bastia. I quattro traghetti ch ieri erano rimasti in 'ostaggio' sono stati 'liberati'.

Uno sciopero di lavoratori portuali corsi ha paralizzato il porto di Bastia per l'intera giornata.
    La protesta ha impedito al traghetto Moby Zazà di lasciare l'isola. La nave sarebbe dovuta arrivare nel porto di Genova alle 18.30. Per Stazioni Marittime, che gestisce il traffico a Genova, l'arrivo e la conseguente ripartenza erano in programma, sulla stessa rotta per le 21. A bordo ci sarebbero circa 400 persone, tra le quali molti vacanzieri italiani. Il traghetto potrebbe partire domani. "I marittimi sembravano dei pirati. Ci gridavano 'Siamo in Corsica, qui si comanda noi. Da qui non scende nessuno e non parte nessuno'. Per fortuna Moby ci assiste". Lo afferma Davide Marcucci, di Sanremo, che si trova con la fidanzata e i familiari sul traghetto Moby Zaza bloccato in porto a Bastia dalla protesta dei portuali di Corsica linea e La Meridionale da questa mattina. "Dovevamo partire alle 11, sembrava tutto tranquillo, poi all'improvviso i manifestanti hanno bloccato il porto". Quattro i traghetti fermi.: oltre a Moby Zaza, ci sono Moby Vincent, il Pascal Lota di Corsica Ferries e il Pascal Paoli di Corsica Linea. In porto si è tenuta un riunione e Moby fa sapere che è statao trovato un accordo e che domani mattina i traghetti parteranno. la compagnia italiana, durante la giornata ha dato assistenza ai propri clienti.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere