Frasi razziste a immigrato, poi botte

E' accaduto in un quartiere vicino al centro di Genova

 Un uomo della Costa d'Avorio è stato rapinato e picchiato da quattro giovani che durante l'aggressione lo hanno offeso con frasi razziste. E' avvenuto ieri sera a Dinegro, quartiere a ridosso del centro di Genova. I quattro giovani, secondo quanto ricostruito dalla polizia, hanno accerchiato lo straniero, 31 anni, e dopo avergli preso i pochi soldi che aveva lo hanno aggredito insultandolo per il colore della pelle. Le indagini sono affidate alla squadra mobile. Secondo quanto raccontato dall'uomo, i quattro giovani dopo avergli preso il documento di identità gli avrebbero detto "Tornatene al tuo paese", poi sono fuggiti. Subito sono intervenute le volanti che hanno cercato inutilmente il gruppo. Se i quattro dovessero essere identificati potrebbero essere accusati di rapina aggravata dalla discriminazione razziale.

"Negro di m...", "Tornatene al tuo paese, tornatene a lavorare nei campi". Sono gli insulti rivolti all'uomo di 31 anni originario della Costa d'Avorio aggredito ieri sera a Dinegro. Dopo gli insulti, i quattro aggressori lo avrebbero immobilizzato e lo avrebbero colpito con alcuni pugni sulla schiena. Secondo la descrizione fornita dall'immigrato, gli aggressori sarebbero ragazzi italiani di età compresa tra i 20 e i 25 anni. Gli agenti hanno sequestrato le telecamere della zona per capire se la scena sia stata ripresa dai sistemi di videosorveglianza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


MyWay Autostrade per l'Italia
Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie