Liguria

Piano,Genova in mezzo a Europa e in mare

Architetto a Palazzo Ducale per rassegna 'Città di mare'

 "Il mare di Genova è un mare abitato, dalle navi, ma anche quando non lo è, ha la luce.
    Genova ha il mare a sud, e questo cambia molto perché questo vuol dire che tocca il mare e poi viene verso la città, con uno scintillio, che ha qualcosa di speciale". È questa l'immagine di Genova secondo Renzo Piano, quella che l'architetto ha voluto raccontare alle tante persone che hanno affollato l'incontro, a Palazzo Ducale, per il ciclo "Città di mare", assieme allo scrittore Maurizio Maggiani. Un momento per parlare del rapporto del mare e di quello con la città. "Nessuno guarda più la carta geografica ma Genova ha una fortuna incredibile - spiega - è in mezzo all'Europa, pur essendo in mare. Non se ne parla perché i genovesi sono così, non parlano di questo come non parlano della bellezza, forse per pudore. Ma la città ha una bellezza straordinaria, che è profonda, viene da lontano, e ha a che fare con l'acqua, con il mare e con la pietra. Genova è una città di pietra e di acqua, una città straordinaria".

Piano ha anche parlato della Torre Piloti del porto di Genova. "Il crollo della Torre Piloti è stato una grande ferita, un dramma così grande, che ha segnato la città e ricostruirla è un gesto dovuto. Questa destinazione è quella finale e devo dire che non trovò strano che sia servito tempo per trovarla perché la città è ferita su questo tema. Adesso, però, la costruiamo".La Torre crollò il 7 maggio 2013 per aver subito l'urto della nave cargo Jolly Nero causando la morte di nove persone. Ora sorgerà nell'area delle Riparazioni navali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


MyWay Autostrade per l'Italia
Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie