Liguria

Pallone Castalia attende via libera Enac

Troppo vicino a aeroporto, necessario ok Ente aviazione civile

(ANSA) - GENOVA, 21 APR - I tecnici di Castalia sono in attesa del via libera da parte dell'Enac, l'ente nazionale di aviazione civile, per far alzare l'aerostato che comincerà a monitorare la presenza di idrocarburi in mare dopo lo sversamento di greggio avvenuto domenica.
    "Siamo vicini all'aeroporto - ha spiegato Stefano Casu di Cstalia - e per levarsi in volo anche a 120 metri di altezza dobbiamo avere il via libera dall'Enac".
    L'aerostato è munito di 4 telecamere, una delle quali a raggi infrarossi, che possono coprire circa 3 miglia marine da un'altezza di 120 metri. Le immagini catturate dalle telecamere vengono inviate direttamente alla centrale operativa del centro di coordinamento ambiente del Ministero oltre che alla cabina di regia locale. L'aerostato opererà anche di notte rilevando la differenza di temperatura tra l'acqua e il greggio. In tutto, Castalia impiega tre tecnici per la piena operatività dell'aerostato che, al momento, è operativo ma ancora a terra in attesa delle necessarie autorizzazioni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


MyWay Autostrade per l'Italia
Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie