La pasticceria Marchesi con Prada in Monte Napoleone

Nel 2016 un nuovo locale in Galleria Vittorio Emanuele II

  • Pasticceria Marchesi con Prada in Monte Napoleone
  • Pasticceria Marchesi con Prada in Monte Napoleone
  • Pasticceria Marchesi con Prada in Monte Napoleone
  • Pasticceria Marchesi con Prada in Monte Napoleone
  • Pasticceria Marchesi con Prada in Monte Napoleone
  • Pasticceria Marchesi con Prada in Monte Napoleone
  • Pasticceria Marchesi con Prada in Monte Napoleone

di Gioia Giudici

Il nome e i prodotti sono quelli che da quasi 200 anni si trovano nello storico negozio di via Santa Maria alla Porta, ma l'atmosfera e' inevitabilmente un po' 'pradesca' nella pasticceria Marchesi aperta dal 9 settembre in via Monte Napoleone 9. L'apertura nel quadrilatero della storica pasticceria, infatti, e' la prima da quando Prada, nel marzo 2014, ha acquisito l'80% dell'insegna milanese.

"In quasi 200 anni e' la prima volta che Marchesi si trasferisce, abbiamo sempre mantenuto la nostra sede storica, ci voleva proprio Prada per farci passare la paura di uscire" scherza Angelo Marchesi, che non nasconde di avere "un po' un nodo alla gola, fa un certo effetto essere in via Monte Napoleone con un negozio cosi' bello". La pasticceria, 120 mq negli spazi che erano del negozio Venini, progettati dall'architetto Roberto Baciocchi, richiama l'atmosfera tipicamente milanese del locale storico in zona Magenta, ma con effetti grafici e di luci che mettono in risalto i colori pastello di cioccolatini, dragees e bon bon, custoditi nelle nuove scatole di plexiglass minimale o nelle eleganti confezioni di cartoncino carta da zucchero.

All'ingresso il logo in foglia d'oro spicca sulla facciata in pietra, mentre il bancone in marmo con scaffalature in ciliegio e' sormontato da una grande specchiera. I pavimenti in marmo scuro si specchiano nei soffitti con le travi a vista bianche e illuminate, mentre nella parete centrale in marmorino verde sono intagliate delle nicchie di vetro che custodiscono i golosi tesori. Ci sono poi due salette con tavolini in marmo, poltroncine e divani in velluto verde, avvolte da una tappezzeria jacquard verde a motivi floreali. Se i nuovi arredi sono stati studiati dall'architetto di fiducia di Miuccia Prada, le vetrine tematiche, con le confezioni per occasioni come Natale - con il famoso panettone artigianale - o San Valentino, resteranno affidate alla signora Margherita, moglie di Angelo Marchesi, che e' rimasto alla guida dell'azienda come amministratore delegato.

La pasticceria, che rispetto al locale storico proporra' nuovi prodotti come le polveri per preparare il budino a casa, il gelato, le creme al cioccolato, le marmellate, la mostarda, i te' e i caffe' in polvere, sara' aperta 7 giorni su 7, dalle 7.30 alle 21, con la possibilita' di fermarsi per il pranzo e l'aperitivo. Tutti i dolci saranno creati quotidianamente sul posto.

Nel 2016 dovrebbe poi aprire un nuovo locale in Galleria Vittorio Emanuele II, nel palazzo che Prada sta restaurando e che ospitera', oltre al negozio uomo della griffe, la pasticceria-ristorante a insegna Marchesi e tre piani dedicati alla Fondazione, che organizzera' mostre ed esibizioni in parallelo alla sede di largo Isarco, inaugurata lo scorso maggio. La pasticceria di lusso punta poi a uno sviluppo internazionale, con aperture a Hong Kong e in Giappone e in altre location da definire in Asia e Medio Oriente. "L'intenzione - spiega Stefano Cantino, direttore Marketing, Comunicazione e Sviluppo Commerciale di Prada - e' di non concedere licenze, ma tenere tutti i nuovi locali a gestione diretta".

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>