Cinema: Un sacchetto di biglie, due bambini in fuga

Dal 18 gennaio il film di Christian Duguay per Giornata memoria

- La fuga è un lungo, rocambolesco viaggio verso la parte di Francia non soggetta all'occupazione ma anche una prova di maturazione, la scoperta di quanto l'umanità possa avere un volto spietato, indifferente o caritatevole. La separazione dai genitori, la scoperta del male in figure come il libraio collaborazionista, l'incontro con il partigiano: i due giovanissimi protagonisti incrociano nella loro fuga una pluralità di emozioni, che la trasforma in un percorso di iniziazione. E' Il sacchetto di biglie, il film di Christian Duguay che arriverà in sala il 18 gennaio per il Giorno della memoria.

Il film è tratto dall'omonimo libro di Joseph Joffo, che nel 1941 aveva dieci anni come il protagonista del suo romanzo e che nel racconto ha trasposto storie ed emozioni della sua infanzia di bambino ebreo francese e le vicende autobiografiche di una famiglia che si divide e cerca nella fuga la salvezza.

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>