L'infanzia tra Balla e Casorati a Pontedera

Antichi balocchi e opere arte italiana tra 1860 e 1980

 Antichi balocchi esposti insieme a 110 opere di artisti italiani attivi tra il 1860 e il 1980. E' 'La trottola e il robot. Tra Balla, Casorati e Capogrossi', mostra ospitata fino al 21 aprile prossimo al Palp, nel Palazzo pretorio di Pontedera (Pisa), esposizione curata da Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci e promossa da Fondazione per la cultura Pontedera, Comune di Pontedera e Fondazione Pisa, in collaborazione con Sant'Anna.

La mostra nasce intorno a una collezione di giocattoli d'epoca di proprietà del Comune di Roma e mette a confronto due aspetti della creatività legati all'infanzia, quello che si traduce negli oggetti concreti, i giocattoli, creati un tempo dagli artigiani e poi dall'industria, e quello che rappresenta e interpreta il gioco infantile nelle arti figurative e plastiche italiane, dalla fine del XIX secolo alla seconda metà del XX. Le opere degli artisti italiani che hanno prediletto il tema dell'infanzia, dialogheranno in mostra, intorno ad alcuni temi chiave, con nuclei di oggetti ludici, scelti di volta in volta per la loro valenza sociale, didattica, ma anche più latamente simbolica e onirica; di questi saranno messi in evidenza il mutamento formale, l'avvicendarsi dei materiali in uso, il loro attingere ai mutamenti tecnologici in atto. Tra gli artisti in mostra Zandomeneghi, Balla, Casorati, Cambellotti, Francalancia, Campigli, Viani, Pirandello, Novelli, Mancini, Cambellotti, Lloyd, Levi, Capogrossi, Mafai, Muzzioli, Corcos, Boccioni, Muller, Erba, Magri, Sartorio, Gentilini, Depero, Natali, Levy, Boccioni, Pasquarosa, De Pisis, Raphael, Severini, Santoro, Novak, Grassi, Sironi, Pannaggi, Prampolini, Baj.(ANSA).

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>