Percorso:ANSA > Legalità > Ora d'Aria > Carceri: detenuti-artisti espongono a Rebibbia

Carceri: detenuti-artisti espongono a Rebibbia

Inaugurata 'tanti buoni, pochi cattivi', 60 opere in mostra

13 giugno, 15:25

(ANSA) - ROMA, 7 GIU - Una sessantina di opere visive in mostra a Rebibbia. Gli autori sono otto detenuti della terza casa del carcere, tutti giovani tra i 25 e 35 anni. 'Dentro la galleria 2 - Tanti buoni pochi cattivi', questo il titolo della mostra, e' il risultato di un anno di lavoro di un laboratorio che si e' tenuto a Rebibbia grazie al contributo dell'associazione Made in Jail in collaborazione con l'associazione radicale 'nessuno Tocchi Caino'. Il tema centrale dell'esposizione, inaugurata oggi e che gli organizzatori vorrebbero riuscire a portare anche fuori dal carcere, e' quello del ragno e della ragnatela. ''Tra gli uomini succede come nei ragni - spiega Silvio Palermo, presidente dell'associazione Made in Jail - il 95% delle specie non sono velenose lo e' solo il 5%''. ''L'obiettivo del lavoro svolto nel laboratorio - aggiunge - e' coinvolgere i detenuti incoraggiandoli alla formazione e motivandoli al lavoro facendo emergere anche e loro qualita' artistiche''. ''Un processo - ha aggiunto - indirizzato alla riconquista della dignita' sociale e culturale attraverso il lavoro visto come strumento per migliorare la qualita' della vita e per il reinserimento nella societa'''. ''Dobbiamo partire dall'idea che si puo' sbagliare ma che si deve dare la possibilita' reale di cambiamento'', afferma la direttrice della terza casa di Rebibbia, Annunziata Passannante ''. ''Non dobbiamo dimenticare - aggiunge - che la Comunita' ha il diritto di sapere come viene espiata la pena. Non possiamo restituire alla societa' una persona peggiore di quello che era quando e' entrata in carcere''. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA