Percorso:ANSA > Legalità > Cronaca > Mafia: Napolitano, trovare autori omicidio Costa

Mafia: Napolitano, trovare autori omicidio Costa

Commemorato a palermo procuratore assassinato nel 1980

13 agosto, 10:55
COLOMBO, L'OMAGGIO DI NAPOLITANO [ARCHIVE MATERIAL 20130625 ] COLOMBO, L'OMAGGIO DI NAPOLITANO [ARCHIVE MATERIAL 20130625 ]

 "Nessuno sforzo va risparmiato per individuare i motivi e perseguire gli autori di quel criminale agguato". Lo afferma il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione del 33ø anniversario dell'attentato mafioso nel quale perse la vita il giudice Gaetano Costa, in una lettera inviata al figlio Michele. "I cittadini italiani e le Isituzioni - scrive - non dimenticano il ruolo decisivo che il giudice Costa ebbe nella formazione di una corretta e aggiornata visione del fenomeno mafioso quale organizzazione complessa e articolata, impegnata a raggiungere un 'ferreo controllo del territorio'. Il sacrificio del giudice Costa richiama tuttora le Istituzioni della Repubblica a dare finalmente risposta all'esigenza di giustizia su quel tragico avvenimento: nessuno sforzo va risparmiato per individuare i motivi e perseguire gli autori di quel criminale agguato, che aprì la stagione dei grandi attentati criminali degli anni '80. A lei, gentile avvocato, ai suoi figli e a tutti i suoi famigliari rinnovo il mio partecipe saluto, nell'omaggio alla memoria di suo padre e alla sua eroica coerenza nella difesa dell'ordinamento democratico del nostro Paese e nella tutela della legalità. Desidero egualmente rivolgere un commosso affettuoso pensiero alla figura di sua madre, che affiancò con un forte impegno civile le battaglie del marito", conclude. Lo rende noto un comunicato del Quirinale.

GRASSO, COSTA MAESTRO DI INDIPENDENZA ED UMANITÀ - "Ricorre oggi, 6 agosto, il 33/mo anniversario della morte di Gaetano Costa, Procuratore Capo di Palermo barbaramente assassinato per mano mafiosa il 6 agosto 1980. Magistrato prima per passione che per professione, dimostrò fin dai primi anni della sua carriera professionalità, indipendenza ed equilibrio, ma soprattutto una grande umanità e una particolare attenzione per i soggetti più deboli". Lo dice il presidente del Senato, Pietro Grasso. "Lo ricordo come mio procuratore - aggiunge Grasso - durante il periodo delle indagini sull'omicidio Mattarella: un uomo che ha trascorso la sua esistenza vivendo ogni giorno in prima persona il giuramento di fedeltà alla Costituzione e l'impegno di uomo dello Stato. Mi auguro che il ricordo di questa straordinaria figura, alla quale venne riconosciuta la medaglia d'oro al valore civile, continui a essere vivo nella memoria di ognuno di noi. Perché il suo sacrificio non sia stato inutile, la sua storia deve diventare oggi la nostra storia". "Il suo profumo di libertà, la sua sete di trasparenza - conclude il presidente del Senato - devono andare oltre la sua esistenza e giungere a tutti noi, dandoci il coraggio di continuare quella lotta all'illegalità per la quale lui e tanti altri eroi sono morti". (ANSA).

COMMEMORATO A PALERMO PROCURATORE COSTA - Alla presenza del capo della polizia Alessandro Pansa è stata deposta una corona di fiori in via Cavour, dove il 6 agosto 1980 è stato ucciso dalla mafia Gaetano Costa, procuratore capo di Palermo. Alla cerimonia era presente anche il figlio Michele Costa, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, diversi magistrati e i vertici delle forze dell'ordine. ''In questo giorno dove sono tre le commemorazioni dobbiamo ricordare che quest'estate è tornato il clima di massima allerta attorno ad alcuni magistrati particolarmente esposti nelle indagini - ha detto il presidente della corte d'appello di Palermo, Vincenzo Oliveri - Non c'è un sentimento di paura, ma le dichiarazioni di un confidente di giustizia hanno creato allarme''. Il confidente ha riferito che sarebbe arrivato l'esplosivo per colpire un magistrato. ''Al momento non è stato trovato nessun deposito in cui sarebbe stato nascosto l'esplosivo - aggiunge Oliveri - Le indagini proseguono''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA