Percorso:ANSA > Legalità > I Beni Ritrovati > Villa confiscata sarà casa famiglia in Liguria

Villa confiscata sarà casa famiglia in Liguria

Ospiterà da settembre otto minori

04 marzo, 17:19

(ANSA) - LA SPEZIA, 04 MAR - Ospiterà da settembre una casa famiglia per 8 minori la villa confiscata alla criminalità organizzata a Sarzana (La Spezia) nell'ambito del progetto "Ca' Carnevale - Ghigliolo Terre Libere" realizzato da una rete di associazioni, tra le quali la Comunità Papa Giovanni XXIII e il Consorzio di cooperative sociali Cometa presentato stamani all'interno della struttura. L'iniziativa è stata selezionata dal bando della Fondazione Carispezia "Verso un welfare di comunità: la famiglia come risorsa", finanziata per 80 mila euro. "Un progetto iniziato nel maggio 2015 quando l'amministrazione comunale mise a bando due edifici confiscati alla criminalità organizzata, questo e l'appartamento di via Landinelli, e che sono adesso a disposizione della comunità" ha ricordato il sindaco Alessio Cavarra. "Un orgoglio per noi dare un'opportunità ad un progetto ambizioso, concretizzato da una rete di associazioni che daranno risposta ad un bisogno emergente segnalato anche dai direttori dei distretti socio sanitari" ha detto Giulia Micheloni, consigliere di amministrazione della Fondazione Carispezia. Da settembre la villa, confiscata insieme ad altri beni sette anni fa ad un imprenditore locale grazie ad un'indagine della Guardia di Finanza, ospiterà una famiglia affidataria che si occuperà di 6-8 bambini allontanati dal proprio nucleo familiare. La villa, 500 metri quadri su tre piani e con due ettari di terreno, vedrà in futuro lo sviluppo di altri progetti. "L'intenzione è quella di recuperare l'oliveto e rimetterlo in produzione.
L'autorimessa potrà diventare un ospitale per i pellegrini della via Francigena" ha ossservato Marco Lorenzo Baruzzo, volontario dell'associazione L'Égalité. Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha inviato un messaggio in cui ha sottolineato che "destinare un immobile sequestrato a iniziative di sostegno alla famiglia significa attivare forme di prevenzione verso l'esclusione. Legalità e sviluppo sono fattori che camminano insieme". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA