Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cassino, celebrati i funerali del diciottenne morto in moto

Cassino, celebrati i funerali del diciottenne morto in moto

Accompagnato dagli amici bikers e dalla sua banda musicale

CASSINO, 20 settembre 2023, 19:04

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"E adesso dirigici da lassù": lo ha detto questo pomeriggio il maestro Marcello Bruni, direttore della banda musicale 'don Bosco' di Cassino poggiando la sua bacchetta sulla bara di Giulio D'Aliesio, il suo musicista morto la notte del 12 settembre all'età di 18 anni in un incidente sulla via Panoramica per Montecassino mentre era in sella alla sua moto; la Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo per definire le circostanze e scoprire se fosse in atto una gara con un'altra moto.
    I funerali sono stati celebrati nella chiesa di San Giovanni a Cassino. Sul sagrato tante bandiere e striscioni: ad accompagnare la bara sono stati gli amici in sella alle loro moto, una volta arrivati sul sagrato la banda musicale 'don Bosco' ha intonato una serie di brani per accompagnare all'interno il feretro. A celebrare i funerali sono stati i parroci don Giovanni e don Nello che nell'omelia hanno ricordato come «a volte i silenzi valgono più di tante parole».
    Le indagini nei prossimi giorni proseguiranno con l'esame del suv Mercedes che seguiva le due moto e dall'interno del quale sono stati girati due video ora all'esame della Procura.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza