Tim finanzia dottorati su 5G e Big Data

UniversiTIm, per attrarre talenti su tecnologie del futuro

Redazione ANSA

Tim e le principali Università italiane hanno stretto un patto per promuovere la ricerca e l'attrazione dei giovani talenti sulle tecnologie del futuro. Il progetto UniversiTim prevede il sostegno finanziario da parte di Tim alle Borse di studio per dottorati di ricerca per gli anni accademici 2020-2023 sui temi chiave per la digitalizzazione: 5G, IoT, Big data, Intelligenza Artificiale e Cybersecurity.

All'inaugurazione dell'iniziativa - in diretta streaming - hanno partecipato Salvatore Rossi e Luigi Gubitosi, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato, che hanno incontrato virtualmente i primi 18 dottorandi vincitori dei bandi di ricerca del progetto.

Aderiscono al progetto l'Università di Trento, il Politecnico di Milano, l'Università degli Studi di Milano, il Politecnico di Torino, l'Università di Bologna, la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, l'Università Sapienza di Roma, l'Università Federico II di Napoli e l'Università di Catania. I dottorati vedranno coinvolte anche alcune società del Gruppo, in particolare, Olivetti, la digital farm per le soluzioni di Internet of Things (IoT), e Telsy, che si occupa di ideare e sviluppare soluzioni dedicate alla sicurezza nelle telecomunicazioni.

Il progetto rafforza inoltre la relazione in essere con le principali Università italiane che l'azienda sta portando avanti anche con il Progetto Academy, attraverso il quale sono stati attivati corsi specialistici e di alta formazione per il perfezionamento scientifico multidisciplinare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA