L'intelligenza artificiale si fa largo nelle aziende italiane

Procurement Lab, due terzi aziende ancora indietro

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 22 DIC - L'Intelligenza artificiale entra nei processi d'acquisto di aziende e istituzioni che operano sul mercato italiano. "Il quadro dell'introduzione dell'Artificial intelligence (Ai) sui processi di acquisto è chiaro: un terzo delle imprese è attiva su queste tecnologie con un atteggiamento proattivo, fatto di collaborazioni con aziende di consulenza, software vendor e altri attori nella propria supply chain (clienti e fornitori). Due terzi delle aziende, invece, risulta ancora non aver esplorato questo tipo di tecnologie". Lo spiega Giuseppe Stabilini, direttore scientifico del Procurement Lab, centro di ricerca di Sda Bocconi e supportato da Sap e Accenture. Il centro ha realizzato un primo progetto di ricerca focalizzato sull'implementazione delle tecnologie di Intelligenza artificiale nelle varie fasi del processo di acquisto, condotto nel 2021 su circa 130 realtà aziendali, "Le aziende hanno adottato la Ai in particolare nelle fasi di vendor management, eSourcing & tender management, contract management e di spending Analysis". I chief procurement officer (Cpo) di grandi aziende italiane e multinazionali, coinvolti nello studio, evidenziano come nei prossimi anni l'attenzione si sposterà su fasi del processo di acquisto rilevanti e complesse. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: