Enea e Hera, sistema di depurazione 4.0

'Costance' riduce costi 30%, pronto per industrializzazione

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 20 MAR - Arriva un "controllore intelligente" in grado di ridurre di oltre il 30% i costi energetici e di gestione degli impianti di depurazione delle acque. Si chiama "Constance" (Controllo intelligente e gestione automatizzata per il trattamento di acque reflue) ed è stato realizzato da Enea (sulla base di un proprio brevetto), che lo ha sperimentato nell'impianto di depurazione di Hera e Granarolo dell'Emilia (Bologna). Il sistema, si legge in una nota, "è pronto per l'industrializzazione" e sarà presentato in occasione della Giornata mondiale dell'acqua del 22 marzo. Constance è basato su tecnologie di machine learning e la sua principale innovazione "sta nella possibilità di utilizzare sensori affidabili a basso costo associati ad algoritmi di controllo, che consentono di gestire da remoto più impianti di trattamento e di stimare in tempo reale la percentuale di inquinanti in ingresso. In particolare, Constance consente di abbattere inquinanti come azoto e sostanza organica, consentendo la reimmissione di acque di buona qualità nei corpi idrici ricettori". Inoltre, questo sistema ha potenzialità sia negli impianti medio-piccoli (fino a 20 mila abitanti equivalenti), che sono oltre il 90% del totale in Italia, sia in quelli di grandi dimensioni. "Diversi studi evidenziano che gli impianti medio-piccoli hanno costi di trattamento specifico molto più alti di quelli di grandi dimensioni - spiega Luca Luccarini, ricercatore del laboratorio "Cross technologies per distretti urbani e industriali", presso il Centro Enea di Bologna. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: