Industria: Anie Automazione stima calo del 15% nel 2020

Scovenna, crollo vistoso nel primo semestre (-17%)

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 28 SET - L'industria italiana dell'automazione potrebbe chiudere il 2020 con un calo del fatturato pari al 15% dopo "un crollo estremamente vistoso" nei primi sei mesi dell'anno, in calo del 17% annuo (secondo i dati di preconsuntivo). La previsione è del presidente di Anie Automazione, Fabrizio Scovenna, intervenendo alla tavola rotonda di apertura degli Sps Italia Digital Days. "Dopo una timida frenata registrata nel 2019, l'industria italiana dell'automazione ha accusato l'impatto del lockdown in modo più o meno marcato a seconda del mercato di destinazione delle tecnologie - spiega Scovenna -. Alcuni settori, come il farmaceutico o l'alimentare, hanno tenuto, ma molti altri hanno registrato perdite importanti. In particolare, la mancata consegna delle macchine a causa delle restrizioni anti Covid-19, ha portato alla mancanza di liquidità per le aziende fornitrici". Il numero uno dell'associaizone, che rapprenseta le imprese fornitrici di tecnologie per l'automazione di fabbrica, di processo e delle reti, sostiene che "la situazione è in evoluzione e richiederà importanti contributi da tutte le componenti socio-economiche". In particolare in questa fase, diventa "fondamentale riprogrammare i piani governativi a supporto della transizione digitale dell'industria sia dal punto di vista della pianificazione temporale sia in termini di potenziamento delle aliquote che regolamentano le detrazioni fiscali". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: