Acciaio: la digitalizzazione è un vantaggio competitivo

Focus al webinar di siderweb; il caso del gruppo Lucchini RS

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 26 APR - La digitalizzazione, nei suoi diversi livelli, può essere un "fattore di competitività importante per l'impresa siderurgica". Lo ha detto Carlo Mapelli, docente del Politecnico di Milano, intervenendo al webinar di siderweb - la community dell'acciaio "L'acciaio nell'era della digitalizzazione". Strumenti principali della digitalizzazione sono gli algoritmi di controllo di processo, che aumentano l'efficienza produttiva mediante la previsione di fenomeni complessi. C'è poi l'infrastruttura di connessione che integri gli stadi del processo produttivo, "cui sono dedicati anche molti finanziamenti" nell'ambito di Industria 4.0, ha ricordato Mapelli, e su cui devono viaggiare ed essere elaborati i dati. "La raccolta dei dati è un momento importante - ha sottolineato -, che spesso però viene trascurato. Senza i dati non si arriva alla trasmissione delle informazioni e alle misure correttive adeguate alle sfide e agli obiettivi che ci si pone". Entrando più nel dettaglio, Nicola Segnali, Business Innovation Manager di Regesta Lab, ha spiegato che "il percorso comune che si compie, introducendo l'IoT e l'intelligenza artificiale nei processi produttivi, parte dalla digitalizzazione dei dati che si hanno a disposizione per addestrare i modelli e rendere sempre più autonomo il processo". A testimoniare i risultati della digitalizzazione in azienda è il ceo di Lucchini Rs, Augusto Mensi: "digitalizzando - ha spiegato - ottimizziamo il processo, inteso come miglioramento della sostenibilità attraverso il minor consumo di risorse, in particolare energetiche. In termini siderurgici, il focus è sui fattori di maggior impatto, vale a dire rottame ed energia. Il secondo obiettivo, apparentemente scontato, è di grande impatto: automatizzare i processi. La robotizzazione permette flessibilità, ripetibilità e rapidità di esecuzione. Gli investimenti in questo ambito sono continui. Un ottimo esempio è la nostra linea totalmente automatizzata di lavorazione ruote, avviata nel 2020 e in fase di raddoppio quest'anno". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: