Pmi: 900mila euro per 22 progetti di industria 4.0

300mila euro per nuova fase competitiva del bando 2021

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 19 LUG - Made ha selezionato i 22 progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale ammessi al finanziamento nella prima finestra del bando 2021, per un contributo pari a 900mila euro rispetto agli 1,2 milioni di euro della quota iniziale. E' quanto si legge in un comunicato del competence center per l'industria 4.0, che spiega come il 20 luglio si aprirà la nuova fase competitiva del bando, pari a 300 mila euro, a sostegno della realizzazione di progetti di industria 4.0 da parte delle piccole e medie imprese manifatturiere italiane, che potranno candidarsi sino al 21 settembre 2021. Il 64% dei 22 progetti ammessi è stato presentato da Pmi provenienti principalmente dal nord e centro Italia: Lombardia (45%), Veneto (14%), Toscana (9%) e Trentino-Alto Adige (9%). Tra le attività più richieste la progettazione, l'ingegnerizzazione e lo sviluppo prodotto con sistemi di realtà aumentata e virtuale (11%); la pianificazione e il controllo in tempo reale della produzione (15%); l'intelligenza artificiale e big data analytics (15%); i sistemi digitali di supporto all'operatore (10%); gli strumenti digitali a supporto di politiche di manutenzione 4.0 (8%). Anche il nuovo bando, spiega Made, prevede un finanziamento a fondo perduto a copertura del 50% dell'investimento previsto, per un contributo erogabile massimo, per ogni singolo progetto, pari a 100 mila euro. Saranno selezionate le migliori proposte e i progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale sui temi del 4.0, che saranno realizzati nella fabbrica digitale e sostenibile del competence center. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: